A capo scoperto, di Maria Lanciotti – Edizioni Controluce

In libreria 

A capo scoperto di Maria Lanciotti, Edizioni Controluce 2018 – Seconda Edizione

(Prima Edizione: L’Almanaccone impertinente Labos Editrice 2017)

Avevo sette anni quando nel ’49 uscì il film di Augusto Genina Cielo sulla palude su Maria Goretti. Quando arrivò a Ciampino le borgate che stavano allora sorgendo nella piana dei Castelli si svuotarono e tutti ci ritrovammo a vedere il film al Central Cine detto ‘il pidocchietto’. E fu un pianto generale.

Andavo a scuola dalle suore Clarettiane – dell’Ordine Sant’Antonio Maria Claret – che nelle processioni mi vestivano sempre da angioletto. E dopo la canonizzazione di Maria Goretti, in occasione del Giubileo del 1950, presero a tormentarci, a noi bambine, con la ‘verginità’ e la gloria del martirio. Madre Rosa mi ripeteva spesso che già mi vedeva stampata sui santini.

Da qui parte la mia piccola ricerca per rimettere insieme i pezzi di una storia di ‘redenzione’ al contrario, avvenuta dopo decenni di logorante conflitto tra religione e religiosità. (Nota dell’autrice)

A capo scoperto di Maria Lanciotti, Edizioni Controluce 2018 Collana: Narrazione Autobiografica € 8,00 isbn 9788895736648 e-book NO

THE JUNIPER PASSION – PRIMA MONDIALE – Teatro Romano di Cassino 21 giugno 2013

“The Juniper Passion”

Musica di  Michael F. Williams

Libretto di  John G. Davies

Nuova Zelanda: il più grande e più ambizioso progetto multimediale di musica contemporanea fino ad oggi

Un’opera sulla battaglia di Montecassino (gennaio – maggio 1944)

.
.

SOSTIENI la realizzazione della prima mondiale di  “THE JUNIPER PASSION”

Download

Comunicato.pdf

La battaglia esemplare, di Alberto Pucciarelli

Juniper, una lettura del libretto, di Maria Lanciotti

LIBRETTO allegato al CD 

BROCHURE della presentazione in NZ (in ING)       (traduzione ITA)

Volantino informativo

(John G. Davies – video)

Cassino, Teatro Romano, 21 giugno 2013

Prima assoluta mondiale - produzione NZ-ITA

 

Associazione Culturale Colle Ionci in collaborazione con il Comune di Cassino ed il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone

www.thejuniperpassion.it

Il 21 giugno 2013 l’opera  The Juniper Passion sarà eseguita dal vivo in prima mondiale, con una cooproduzione Nuova Zelanda / Italia, nel Teatro Romano di Cassino, seguiranno repliche a FROSINONE (Piazza V. Veneto, 23 giugno ore 21:00), alla SAPIENZA Università di Roma (Aula magna, 25 giugno ore 18:30), e NEMI (Museo delle Navi romane, 26 giugno ore 21:00). Vi sarà inoltre una presentazione del progetto nell’ambito dell’Infiorata di Genzano di Roma ed una riduzione in forma di concerto presso l’Accademia di Romania a Roma nell’ambito della Festa Europea della Musica 2013.

Questa sarà anche la prima volta che un’opera dalla Nuova Zelanda sarà presentata in Italia, tradizionalmente tempio della lirica.

Il cast artistico dalla Nuova Zelanda sarà in gran parte lo stesso di quello della registrazione del cd tra cui Pati Amitai, Stephanie Acraman, Lilia Carpenelli, Julia Booth, James Ioelu e Moses Mackay, ai quali si aggiungerà una compagnia di danza contemporanea di 9 elementi .

La produzione neozelandese è stata sviluppata da un team creativo incredibile tra cui Wayne Laird audio , Moss Paterson coreografie, Mike Knapp lighting design, John Parker scenografie,  Lynda Burgess production manager.

Il cast degli artisti italiani comprenderà l’orchestra da camera del Conservatorio “L. Refice” di Frosinone diretta dal M° Marco Attura, con la supervisione del M° Antonio D’Antò ed il tenore Alessandro Luciano che interpreta la parte di Carlo.

La produzione italiana, completamente sostenuta dall‘associazione Colle Ionci, comprende oltre agli artisti del conservatorio di Frosinone, lo staff della associazione:   

Massimiliano Chiappinelli, musicista (supervisore)
Miriam Gentile, mezzosoprano (dir. artistica)
Emiliano De Mutiis, musicista (coordinatore musicale)
Laura De Santis, soprano (coordinatrice cantanti e coro)
Emanuela Zura Puntaroni, coreografa e danzatrice (coordinatrice danzatori)
Christine Hamp, regista (affiancamento regia)
Antonio Barbato, Roberto Scandurra, Paolo Assandri (relazioni pubbliche)
Publio Eugenio Scorca, (responsabile della comunicazione)
Giancarlo Tammaro, Maria Lanciotti, Alberto Pucciarelli, Eleonora Bottini (uff. stampa)
Alberto Venditti (web master)
Heloise Baldelli (soprano, assistente alla produzione)
Aurora Iannucelli (segretaria di produzione)
Luca Orrù (project manager)
MTS music to see – Giulio Bottini, Marco Martini, Ulderico Agostinelli, Patrizio Petrucci  (riprese video – foto – live streaming).

Tutte le persone coinvolte in questo progetto sono tra le migliori nel loro campo in Nuova Zelanda e l’obiettivo comune è di fornire una produzione indimenticabile.

Per essere aggiornati su The Juniper Passion (interviste, video, date concerti) inviare una mail a info@colleionci.eu : “desidero seguire gli aggiornamenti di The Juniper Passion”.

In occasione del lancio del CD audio nel mese di aprile 2012, sono stati eseguiti alcuni estratti dell’opera. Immagini riprese in questa occasione sono scaricabili dal link qui sotto indicato.

 

sito web italia

sito web Nuova Zelanda

sito del compositore M.F.Williams

sito del Conservatorio “L. Refice” di Frosinone

sito produzione NZ (Musiclivenz)

wikipedia

 

http://www.maoritelevision.com/news/regional/juniper-passion

Sostieni la realizzazione della Prima mondiale dell’opera lirica “The Juniper Passion”

Contribuisci alla realizzazione della prima mondiale di

“The Juniper Passion”, invia il tuo contributo

a mezzo bonifico bancario, causale

“The Juniper Passion- prima mondiale 21 giugno 2013”

ASSOCIAZIONE CULTURALE COLLE IONCI
Via Acqua Lucia 27 – 00049 Velletri
IBAN IT19Z0510438990CC0110520133

oppure in forma diretta durante gli appuntamenti pubblici.

Audizioni tenore

Recensione su Musica 266 maggio 2015

———————————————————

a Stefania Iattarelli rossa una rosa

Flautista:
Prendi aria
Dammi anima
E una lacrima
 
 “Sto bene, sai, questo percorso che sto facendo mi sta insegnando molte cose importanti, e imparare dalla vita è l’unica cosa che veramente m’importi…”
(Stefania, ottobre 2009).
 
a Stefania Iattarelli rossa una rosa
 
Venerdì 22 marzo alle ore 21,
presentazione/evento della raccolta poetica

‘E dirti ancora’

Ibiskos Editrice Risolo 2012

di Maria Lanciotti
 
Adonella Monaco, voce recitante
Emanuela Zura Puntaroni, danza
Annalisa Spadolini, flauto
Antonio Limonciello, video
 
Saletta Pleyel presso Associazione Culturale ‘Colle Ionci’
in Velletri (Rm) via Acqua Lucia 27 (Via Appia Km. 35.500)
Informazioni: tel. 3338691282 – email info@colleionci.eu
 
 
‘E dirti ancora’ di quanto tu sia presente in ogni verso di questa raccolta, tu stessa poesia e vita che genera poesia.
 
“… una parte di noi soffre, soffre tremendamente, piange, reclama vita. Noi viviamo continuando ad assecondare l’istinto ricattato dalla disperazione della solitudine, ma un ululato straziante, come di lupa ferita, ci squassa dentro, cercando di ricordarci chi siamo veramente, e non è possibile non ascoltarlo”. 1
 
‘E dirti ancora’ di quanto forte sia il tuo profumo di rosa rossa e umido il tuo sguardo sotto le lunghe ciglia.
 
“… è quando il dolore si trasforma in delusione che i nostri sensi, i nostri occhi, le nostre ciglia, cominciano a respirare, a bagnarsi di nuovo di un pianto vivo che ci fa ritrovare la strada, ci riporta alla Natura, e quel gelo che ci strozzava l’esistenza comincia a sciogliersi e noi finalmente possiamo riprendere a correre…”.2
 
‘E dirti ancora’ la lotta silenziosa della donna/ a mani nude/ a petto nudo/ e fiori fra i capelli e fra le labbra…
 
“Prescindendo dalla meta… non sappiamo dove ci porterà… ma… cominciamo a camminare…”.3
 
1, 2(Stefania Iattarelli, da ‘la messa in anima’ de ‘La piccola fiammiferaia”)
3   (Le lobe)

“E DIRTI ANCORA” di Maria Lanciotti

I tanti volti della poesia

Maria Lanciotti è uno strumento nobile. Classico e popolare, introvabile ma presente in tutti, come l’Isola di Bennato. Diciamo un mandolino con tantissime corde. Ed è particolare perché le corde sono capaci di suonare spesso tutte insieme. Attraversano lirica pura e giornalismo, narrativa e teatro, o tracce d’opera, con le stesse dita: ricerca e passione, poesia e lucidità. Eppure le note sono sempre nuove. Ad ogni prova uno spartito e registri appena nati, anche se la gestazione dura tutta una vita. Il segreto è nella necessità di esprimere il canto. Che crea melodia sempre fresca come serenata ad una innamorata: alla sua innamorata dai tanti volti, la poesia.

 

 

 

Lanciotti Maria

E DIRTI ANCORA

Pagine 100 – Prezzo 10€
ISBN: 978-88-546-0926-6
Collana: Creativity – Genere: Poesia

Note sull’Autore

Maria Lanciotti, nata a Roma nel 1942, vive a Velletri (RM).
Ha pubblicato numerosi libri in prosa e poesia. Alcuni suoi testi sono stati utilizzati per l’allestimento di eventi multimediali; sue composizioni poetiche sono state musicate dal Maestro Concertista neozelandese David Griffiths; recentemente è stata messa in scena la sua opera teatrale ‘Come andarono i fatti’, Ibiskos Editrice Risolo 2006.
Presente su numerose antologie e riviste culturali, molto pubblica anche sul web.
Per la sua produzione letteraria ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui: Premio C.A.PI.T., Emily Dickinson, Spazio Donna, Città di Salò, Lorenzo Montano, Vincenzo Scarpellino, Monti Lepini.
Giornalista pubblicista, collabora stabilmente con alcune testate, trattando principalmente tematiche sociali e di attualità.
Per comunicare con l’autrice:   marialanciotti@alice.it

 

‘Come andarono i fatti’ – Venerdì 5 ottobre alle ore 20:30 al Teatro di Terra

Tre personaggi e un coro. Un matrimonio strappato per puntiglio, e dunque infelice. Insoddisfazione e rabbia. E poi voglia di evasione e rivalsa. Nella carne e nel sogno. Tanta gelosia, gelosia stravolta. Ma le fratture del corpo e della mente causano dolore infinito. E il sogno e la rivalsa rasentano la pazzia. Il coro trattiene sulla terra le menti che volano ed evita lo scoppio. E il finale? È un giallo, una seduta psichiatrica o una buffa ironia? Realtà o invenzione delle ossessioni dei personaggi?                         (Alberto Pucciarelli)

Venerdì 5 ottobre alle ore 20:30 al Teatro di Terra

‘Come andarono i fatti’

tratto dal testo omonimo di Maria Lanciotti

Riduzione, adattamento e regia di Roberto Pennacchini

.

Interpreti principali: Angelo Cavaterra, Antonella Fede, Marco Tredici
Coro: Patrizia Arcioni, Eleonora Fede, Adele Germani
Da ‘Rosa dance’: Alex e Gio
Musiche, effetti e filmati: Marco Pennacchini
Luci: Giovanni C. Bottacci
Bozzetto di Patrizia Arcioni
(per il contenuto dell’opera si raccomanda un pubblico adulto)

 Si ringraziano: Valeriano Bottini, Maria Lanciotti, Luigi Onorato

Info: Teatro di Terra, via S. Crispino, 18 – tel. 338 9766433

 

 

“PANE VERO” – 15 giugno 2012 VENERDì – h. 21,00

——————————————————–

 

15 giugno 2012
venerdì h. 21,00
Palazzo Cesarini Sforza
Sala delle Armi
 “PANE VERO”
-  in prima esecuzione mondiale  -
(brano appositamente scritto per l’Infiorata di Genzano)
testo di Maria Lanciotti
musiche di David Griffiths
dalla Nuova Zelanda
DAVID GRIFFITHS, baritono
CHRISTINE GRIFFITHS, pianoforte
——————————————————–
 
 
FESTIVAL dell’INFIORATA 2012
dieci concerti  dal 3 giugno al 12 luglio
ISTITUZIONE PER LE ATTIVITA’ CULTURALI
GENZANO è  MUSICA
Dir. Art. Massimiliano Chiappinelli
(scarica il programma)
ingresso libero
 Riprese audio Video: MTS musictosee
Media Partner: Radio Libera Tutti
 Informazioni:    Uff. Cultura Comune di Genzano di Roma 06.93711268   -     Ass. Cult. Colle Ionci 333.8691282
 
—————————————————————————————–

Autunno Musicale e Letterario Genzanese 2011

Autunno Musicale e Letterario Genzanese 2011

Sala delle Armi e

Caffè Letterario

di Palazzo Sforza Cesarini

 

Giovedì 27 ottobre ore 18,00Sala delle Armi di Palazzo Cesarini
“Torneranno forse … RENZO NANNI e i poeti del ’900”
testo a cura di Maria Lanciotti
Interventi di Filippo Ferrara e Alberto Pucciarelli
Letture di Antonella Fede, Maddalena Fumagalli, Roberto Pennacchini, Alberto Pucciarelli, Wladimiro Sist
Musiche registrate eseguite da Marco Ferraguto, flauto ed Andrea Pace, chitarra

Sabato 29 ottobre 2011 – ore 18,00 – Sala delle armi di Palazzo Cesarini
Edina Bak, pianoforte
Musiche di G.F.Händel – F.Liszt – F.Schubert

(scarica il programma di sala)

Domenica 6 novembre 2011 – ore 17,00 e ore 18,30 - Sala delle armi di Palazzo Cesarini
Orchestra Chitarristica di Roma
dir. Damiano Mercuri e Massimo Baiocco

Sabato 12 novembre 2011 – ore 18,00Sala delle armi di Palazzo Cesarini
“Il suono dell’anima”
Michele Di Filippo, chitarra
Sabato 19 novembre 2011 – ore 18,00 - Sala delle armi di Palazzo Cesarini
Marco Ferraguto, flauto
Maria Teresa Lo Bianco, pianoforte
Musiche di G.Martin, F.Kuhlau, W.Popp, W.A.Mozart, M.Berthomieu, C.Reinecke, L.Nicolini

Giovedì 24 novembre ore 18,00 – Caffè letterario di Palazzo Cesarini
“Versi inutili”
di e con Michele Tortorici
musiche di Annalisa Spadolini, flauto

Domenica 27  novembre 2011 – ore 18,00 – Sala delle armi di Palazzo Cesarini
Giusppe Lupis, pianoforte
con la partecipazione di Francesca Timperi, flauto
Musiche di G. Lupis

Giovedì 15 dicembre ore 18,00 – Caffè letterario di Palazzo Cesarini
“L’Italia prima dell’Italia”
a cura di Michele Tortorici

Ingresso libero

assistenza concerti by I reduci di Colle Ionci

MTS Video  (Ulderico Agostinelli and Giulio Bottini)
audio recording by Patrizio Petrucci
photos by Marco Martini

ORGANIZZAZIONE:
Comune di Genzano di Roma
Assessorato ai Beni Culturali
Assessorato Formazione e Tempo Libero
Associazione Culturale “COLLE IONCI”
Informazioni: Ufficio Cultura Comune di Genzano di Roma 06.93711268 – Ass. Cult. Colle Ionci 333.7875046

“Torneranno forse … RENZO NANNI e i poeti del ’900” – Giovedì 27 ottobre ore 18,00

“SOTTOVOCE: RACCONTI A LUME DI CANDELA”

con poeti, narratori, affabulatori, cantastorie e fini dicitori

Genzano – Palazzo Sforza Cesarini

COMUNE DI GENZANO DI ROMA

Assessorato ai Beni Culturali
Assessorato Formazione e Tempo Libero
Ass. Cult. Colle Ionci   e  LIBRazioni
 
 
Giovedì 27 ottobre ore 18,00
“Torneranno forse …
RENZO NANNI e i poeti del ’900”
testo a cura di Maria Lanciotti
Interventi di Filippo Ferrara e Alberto Pucciarelli
Letture di Antonella Fede, Maddalena Fumagalli, Roberto Pennacchini, Alberto Pucciarelli, Wladimiro Sist
Musiche registrate  eseguite da Marco Ferraguto, flauto ed Andrea Pace, chitarra

“Ricominciare da qui” di Maria Lanciotti

Ancora in cammino con Maria Lanciotti

“Ricominciare da qui”

 

Titolo programmatico per l’ultima raccolta poetica di Maria Lanciotti,e ciò non stupisce ma conferma lo sguardo lungo di questa autrice instancabile che riesce ad abbracciare in ogni sua opera, in prosa e in poesia, tutti i tempi dell’esistenza oscillando in un “continuo bilancio” che la vede rimettersi costantemente in gioco e in discussione.

“Ricominciare da qui” Edizioni Controluce 2011, con la nota introduttiva di Rodolfo Carelli – Premio Viareggio Opera Prima 1974, fondatore dell’ultratrentennale Premio di Poesia Circe Sabaudia – è una raccolta che, come le precedenti, pur presentando una sua unitarietà, è ripartita in cinque sezioni che ne definiscono il dettato poetico a più direttrici: riflessioni e ipotesi metafisiche, l’intimismo e il verso breve, le ballate e la cosiddetta poesia civile, rendono nell’insieme il battito di una contemporaneità in travaglio in cerca di possibili orizzonti.

Stile come sempre serrato e incisivo, ma anche indulgente al flusso emozionale della memoria e del desiderio, finemente ironico nei toni dell’invettiva, crudo e realista nel tratteggiare una quotidianità che sembra non offrire prospettive. Eppure la Lanciotti insiste, come in tutte le sue opere, a imprimere una sospensione che tende a nuove congetture, tutte forse da inventare, o da intuire, sicuramente da vagliare ed eventualmente da perseguire. Perché, è chiaro, essa non rinuncia ad essere testimone partecipe del suo tempo: “Ricominciare da qui,/ dal lembo di prato/ fra dune di rifiuti,/ dal fiore di malva/ e dal cardo./ Ricominciare da qui/ a ricercare parole/ per dire della vita trascorsa/ e che scorre,/ l’incerto avvenire”.

MUSIC ON VOLCANIC LAKES (the project)

MUSIC on VOLCANIC LAKES

Five concerts for five composers from five continents in five volcanic lakes of LAZIO

NEMI

ALBANO

BRACCIANO

BOLSENA

VICO

Art. Dir. Massimiliano Chiappinelli

with the composers:
GIUSEPPE LUPIS (from USA – America)
DAVID OSBON (from UK – Europa)
KYE RYUNG PARK (from Korea – Asia)
KHALED SHOKRY (from Egypt – Africa)
MICHAEL WLLIAMS (from New Zealand – Oceania)
and
DAVID GRIFFITHS  (from New Zealand )
and the words of
MARIA LANCIOTTI (Italy)

The musical review and the concerts are organized by

Associazione Culturale Colle Ionci
in Genzano di Roma (Palazzo Sforza Cesarini)
Associazione Amici del Parnaso
in Comune di Castel Gandolfo (Luogo da definire)
Associazione Scuola Orchestra

in Anguillara Sabazia (Chiesa di San Francesco)
Associazione Lirico-Sinfonica “Giuseppe Verdi”
in Montefiascone (Rocca dei Papi)
Associazione Ludus Tonalis
in Caprarola (Scuderie Farnese)

in collaboration with
Comune di Genzano di Roma
Comune di Castel Gandolfo
Comune di Anguillara Sabazia
Comune di Montefiascone
Comune di Caprarola
and our tecnical partners
MTS Video  (Ulderico Agostinelli and Giulio Bottini)
audio recording by Patrizio Petrucci
photos by Marco Martini
Special thanks to Hyunjung Rachel Chung, Gina Sanders, Annalisa Spadolini

MUSIC ON VOLCANIC LAKES is an idea by Associazione Culturale Colle Ionci

 
**********************************************************************